A ottant’anni se non muori t’ammazzano di Ferdinando Camon in versione audiolibro: un doloroso atto d’accusa.

A cura di Stefania Dell’Anno

Titolo: A ottant’anni se non muori t’ammazzano

Autore: Ferdinando Camon

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: il Narratore audiolibri

Letto da: Moro Silo

Durata: 02h 01’ (Versione integrale)

Prezzo: 7,49 €

Codice ISBN 978-88-681-64-003

A ottant’anni se non muori t’ammazzano di Ferdinando Camon è un’opera di un’attualità sconvolgente, se si pensa alla notizia di questi giorni riguardante un medico che è stato indagato per aver volontariamente “soppresso” degli anziani ricoverati nel reparto Covid-19; una terribile decisione presa per far spazio ai più giovani, considerati più meritevoli di vivere.

Una situazione che in tempi normali sarebbe stata vista come aberrante e crudele, ma che invece in questo momento storico è quasi giustificata, anche se non apertamente. Ed è proprio ciò che racconta il famoso giornalista e scrittore Ferdinando Camon in un’opera a metà tra dissertazione e diario intimo, in cuigrida la sua rabbia contro chi ha deciso della vita umana secondo un freddo e semplicistico criterio anagrafico.

L’autore parla delle tragiche conseguenze del coronavirus e ravvisa una notevole perdita di umanità in tutti coloro che invece avrebbero dovuto tutelare la vita e la salute. L’amareggiato scrittore focalizza il suo ragionamento sultrattamento riservato agli anziani, già relegati ai margini della società ma in tempi di epidemia ridotti a esseri senza dignità e privati del diritto alla vita, facilmente sacrificabili per il bene dei più giovani.

Camon ha ottantacinque anni ed è quindi coinvolto maggiormente in questa discussione etica; egli stesso afferma di avere paura di essere una potenziale vittima di questo sistema, se dovesse mai ammalarsi – “Non ho dubbi che se mi becco il coronavirus mi lasciano morire. Me lo dicono tutti i giorni su tutti i giornali. Ma non ho dubbi che quel lasciarmi morire equivale a uccidermi. Questo diario intimo non è un lamento, è un grido. Non voglio morire”.

Quest’opera è un atto d’accusa rivolto contro le decisioni del governo ricadute su un sistema sanitario che si è trovato in una situazione di crisi e non ha avuto le risorse e i mezzi per salvare tutti. L’autorenon orienta la sua rabbia sui medici e gli infermieri, visti come eroi e costretti purtroppo, nella maggioranza dei casi, ad eseguire ordini arrivati dall’alto: “Può darsi, è quel che succede oggi, che Stato, Legge, coscienza e civiltà siano d’accordo col sacrificare il vecchio per salvare il giovane, ed evitare di perdere il giovane, ma quel che non sta bene è la scelta, il diritto di scelta, o peggio ancora l’obbligo di scelta tra uno da salvare e uno da lasciar perdere, un diritto-obbligo che la medicina dovrebbe rifiutare”.

A ottant’anni se non muori t’ammazzano è un testo di grande interesse, presentato in ebook e audiolibro dalla casa editrice il Narratore.

Ferdinando Camon

Contatti

http://www.ferdinandocamon.it/

https://www.facebook.com/ferdinando.camon

https://www.ilnarratore.com/it/

https://www.ilnarratore.com/en/ferdinando-camon-a-ottant-anni-se-non-muori-t-ammazzano-download/

1 Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s