La casa editrice Il Treno onlus presenta la graphic novel Fratelli di silenzio. La storia di Antonio Magarotto.

A cura di Marco

Titolo: Fratelli di silenzio. La storia di Antonio Magarotto

Autore: Marras, Delfini, Maggiore, Paolucci

Genere: Graphic novel

Casa Editrice: Il Treno

Collana: Sordi: ieri e oggi

Pagine: 112

Prezzo: 17,00 €

Codice ISBN: 978-88-987-70-137

Fratelli di silenzio. La storia di Antonio Magarotto è la graphic novel biografica degli sceneggiatori Alessandra Marras e Armando Delfini e degli illustratori Giuseppe Maggiore e Valerio Paolucci. L’opera è pubblicata da Il Treno onlus, una realtà editoriale che presenta pubblicazioni di divulgazione del bilinguismo italiano/LIS (lingua dei segni italiana); gli stessi autori sono vicini alla comunità sorda, e hanno collaborato per fare in modo che le lotte e le vittorie del papà dei sordi italiani, Antonio Magarotto, potessero essere conosciute dal maggior numero di persone.

Sicuramente il genere della graphic novel ha la possibilità di incuriosire anche chi è poco avvezzo alla lettura così come i più giovani; è un bene, infatti, che l’esempio di vita di Magarotto possa raggiugere le coscienze di tutti. Nel fumetto sono presenti due linguaggi: la lingua italiana parlata e quella dei segni, differenziati con intelligenti artifici grafici; in questo modo si restituisce la normalità delle persone sorde, che utilizzano entrambe le modalità per comunicare con il mondo esterno.

Antonio Magarotto non è nato sordo ma lo è diventato da piccolo, dopo aver contratto una grave meningite; tutta la sofferenza e le privazioni che ne sono conseguite avrebbero abbattuto chiunque ma non lui, che ha deciso di lottare per la normalizzazione della sua condizione e per l’inclusività delle persone sorde. Egli è stato il portabandiera delle loro rivendicazioni: ha fondato l’Ente Nazionale Sordi (ENS) e ha combattuto per il diritto all’istruzione superiore e soprattutto per la possibilità che i sordi potessero autodeterminarsi, scegliendo una professione e costruendo la propria famiglia in autonomia.

Purtroppo, ai tempi in cui Magarotto era giovane, i sordi erano considerati inabili e, una volta raggiunta la maggiore età, non potevano decidere per loro stessi ma dovevano sottostare al giudizio di un tribunale, che aveva l’ultima parola sulla possibilità che fossero pronti o meno per condurre una vita “normale”. Un’imposizione insostenibile per Magarotto, che ha lottato affinché questa ingerenza nell’esistenza dei sordi fosse cancellata; inoltre, si è impegnato per dare loro la possibilità di crearsi una posizione lavorativa, come aveva fatto lui in precedenza, con le sue sole forze – «Ho vissuto vittorie e sconfitte. Fin dall’infanzia, attraverso il silenzio, ho trovato la strada per esprimere completamente me stesso». Antonio Magarottoha sempre desiderato agire per il cambiamento collettivo e per il bene comune, e i suoi sogni si sono concretizzati in realtà grazie al suo grande coraggio e alla sua dedizione alle cause dei suoi fratelli di silenzio.

CONTATTI

Booktrailer della graphic novel Fratelli di silenzio. La storia di Antonio Magarotto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s